Quella volta in cui un bancomat bitcoin mi salvò la vacanza

Il bancomat si presenta come un qualunque macchinario bancario.
Struttura fisica di un bancomat bitcoin

Immaginate di essere in vacanza, controllate il conto in banca e scoprite di essere quasi a secco. Avete dei fondi di riserva su paypal ma ci vogliono due giorni lavorativi per poter averli sul proprio conto corrente. Chiedere ad un amico un bonifico richiede lo stesso tempo… fortunatamente avete dei bitcoin da parte.

L’introduzione non vuole essere un’eventualità assai improbabile ma ciò che mi è successo ad Atene nel 2018. Il metodo più veloce che avevo per ottenere del contante era prelevare da un bancomat bitcoin. Ormai diffusi in ogni città permettono a chi vuole di vendere o comprare criptovalute.

Acquisto

Per acquistare è sufficiente avere un wallet di bitcoin come per esempio Coinomi.

NB: Per acquistare o ricevere bitcoin è sufficiente condividere con chi invia/vende bitcoin a voi l’indirizzo pubblico, MAI condividere la propria chiave privata.

Struttura di un indirizzo pubblico bitcoin, l’indirizzo pubblico è il corrispettivo dell’IBAN bancario.

Dopo aver selezionato l’importo che si desidera acquistare bisognerà generare il codice QR contenente il proprio indirizzo pubblico bitcoin (su coinomi è tutto super intuitivo). Una volta inserite le banconote il bancomat verserà la somma di bitcoin acquistati nel vostro wallet personale.

Inoltre andando su https://www.blockchain.com/it/explorer e digitando il vostro indirizzo potrete vedere la transazione in tempo reale, il tempo per completare il tutto è di circa 10 minuti.

Vendita

Per poter vendere è necessario avere dei bitcoin sul proprio wallet.

Schermata per prelevare, simile ad un bancomat classico.

Una volta selezionato l’importo da vendere/prelevare si aprira una schermata con l’indirizzo bitcoin del bancomat.

Indirizzo bitcoin del bancomat, sotto vi sono le istruzioni per il prelievo

Inviato l’importo di bitcoin all’indirizzo sullo schermo i contanti saranno resi disponibili. Bisogna fare attenzione ad inviare la quantità corretta, una quantità inferiore ci farebbe solo perdere i bitcoin inviati.

Contanti prelevati dal bancomat

NB: Non utilizzare mai un exchange (Coinbase, Bittrex, ecc..) come wallet se si desidera usare un bancomat bitcoin, questi infatti impiegano molto più tempo di Coinomi per inviare bitcoin per cui potreste rischiare di perdere i vostri fondi.

PRO E CONTRO

Sicuramente non capita tutti i giorni una situazione problematica come la mia e 10 minuti di tempo per prelevare sono superiori rispetto al tempo impiegato per prelevare da un bancomat tradizionale. Tuttavia mi ha permesso di prelevare senza disturbare amici/parenti, tutto in modo semplice. La transazione è registrata sulla blockchain per cui il proprietario non può contestare l’avvenuto pagamento ed io posso contestare il mancato invio di bitcoin in fase di acquisto. I tempi di transazione per la blockchain bitcoin non sono ancora competitivi rispetto ai circuiti Mastercard ma sistemi come le lightning network puntano a colmare questo divario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *